Jerry Portnoy – Home Run Hitter

3dce7e5dbb26668162cfcfabe349611aa048bafc.jpeg

Se in From The Cradle la scoperta di Jerry Portnoy è stata graduale e piena di sentimenti contrastanti, questo disco mi ha fatto capire pienamente quanto sia grande il mio amore nei confronti di Jerry.

Ok, mi rendo conto di quanto sia sentimentale questo incipit, ma qui stiamo parlando dell’armonicista che più ha influenzato il mio modo di suonare, quindi posso parlare tranquillamente di amore.

Grazie a Home Run Hitter ho potuto approfondire e studiare le due cose che più mi avevano colpito di Portnoy in From The Cradle: Continua a leggere

Annunci

William Clarke – The Hard Way

The Hard Way

William Clarke è un armonicista che non sono mai riuscito ad approfondire più di tanto, a causa della difficoltà nel reperire suoi dischi. Inoltre la maggior parte dei video presenti su YouTube lo vedono nei panni di armonicista cromatico, quindi non mi sono mai messo seriamente alla ricerca di materiale suo.

Mi sono imbattuto in questo disco in un negozio di Ravenna, pieno zeppo di rarità blues. Visto, piaciuto, comprato: non potevo lasciarmi sfuggire un disco di Clarke, per una volta che lo trovo senza difficoltà. Che dire… una piacevole scoperta! Continua a leggere

Norton Buffalo: R&B

R&B

Stanchi di ascoltare il blues? Bene, oggi facciamo una piccola deviazione verso il country.

Roy Rogers è senza ombra di dubbio il mio chitarrista slide preferito, nonché uno dei primi musicisti blues che mi sia piaciuto veramente: a differenza di tanti altri, che hanno necessitato di un ri-ascolto più attento, Roy alle prime tre note mi aveva già catturato.

Norton Buffalo, invece, non mi ha mai colpito più di tanto: musicalmente parlando, siamo distantissimi. Ciò non significa che non l’abbia mai ascoltato, semplicemente non ho mai avuto la voglia di approfondirlo, pur apprezzandolo come armonicista.

Ed oggi, pentito e contrito, mi accingo a scrivere questo articolo. Continua a leggere

James Cotton: Deep In The Blues

james-cotton-deep-blues.jpg

Nonostante sia un fautore del blues elettrico, spesso mi ritrovo a suonare in acustico, accompagnato semplicemente da una chitarra.
Mi è capitato questo cd tra le mani quando, parecchi anni fa, mi misi alla ricerca di dischi suonati in acustico per poter così studiare un po’ la materia prima di cominciare l’attività live in duo. Continua a leggere

Sonny Boy Williamson II: His Best

10957718_353152334870247_6144926381501249870_n

L’epoca della Chess Records è stata un’epoca eccezionale per la musica moderna. Il materiale che ha prodotto questa casa discografica ha un’importanza monumentale e, finalmente, nel 2008 l’industria cinematografica ha deciso di dedicare un film agli artisti che ruotavano attorno alla Chess, chiamato “Cadillac Records”.

Uno dei musicisti più interessanti della famiglia Chess è stato senza dubbio Aleck Miller, in arte Sonny Boy Williamson II. Continua a leggere

Eric Clapton (Jerry Portnoy): From The Cradle

1978509_349975928521221_4406520995916379904_o

 

“From The Cradle” di Eric Clapton è uno degli album che più hanno influenzato il mio modo di suonare.

Di questo disco mi piacciono visceralmente tutte le canzoni, non ce n’è una a parer mio che non sia degna di essere ascoltata almeno un paio di volte al giorno.
La band è formata da tutti ottimi musicisti e ad accompagnare Clapton c’è uno degli armonicisti che prediligo: Jerry Portnoy.
Grazie ad una sua particolare caratteristica che non sono riuscito a riscontrare in molti altri, Portnoy si è guadagnato un posto nel mio podio.
Continua a leggere

Fabio Treves: Blues Notes

10974625_355878821264265_2587615166240636338_o

 

Di Fabio Treves potrei parlare per ore: mi ha trasmesso l’amore per il blues e per l’armonica, mi ha seguito e supportato nei primi passi nel mondo della musica dal vivo (letteralmente… lo tormentavo continuamente con richieste di consigli e pareri sulle mie “performance” live) e ogni volta che ci sentiamo è come se stessi parlando con un secondo papà.
Ricordo la prima volta che gli scrissi una e-mail, sicuro che non mi avrebbe risposto: lui era ed è tuttora un pilastro della musica italiana e mai mi sarei immaginato di ricevere una risposta in cinque minuti, proponendomi di incontrarci. Da allora abbiamo continuato a vederci e a sentirci, e ogni volta mi insegna qualcosa con una semplicità disarmante.
Continua a leggere

The Blues Brothers: The Original Soundtrack

bb

Lo dico continuamente ai miei allievi: “se vuoi imparare a suonare devi ascoltare tantissimo”. Ho deciso quindi di aprire questa nuova categoria di argomenti per il blog: una discografia consigliata e commentata. Strumento preziosissimo per chi studia con me, ma anche per tutti voi che leggete quotidianamente i miei articoli e che avete piacere di approfondire semplicemente il mondo del blues e dell’armonica.

Per inaugurare questa “presentazione” ho scelto un disco particolare. Ne avevo tanti a disposizione, ma la scelta è caduta sui Blues Brothers non a caso.

Vi ho parlato qualche mese fa della mia prima armonica, ora è arrivato il momento di presentarvi il mio primo disco blues!  Continua a leggere