Paul Butterfield: The Paul Butterfield Blues Band

PB

 

Con Paul Butterfield è stato amore a prima vista. The Paul Butterfield Blues Band è stato uno dei miei primi dischi blues: Born in Chicago mi ha stregato, e da lì non ho più smesso di dare un’ascoltatina a questo disco di tanto in tanto, tanto per tenere alto il mio spirito armonicistico.

Imprescindibile. Questo album è imprescindibile. Non c’è tanto altro da dire.

Butterfield inchioda alla sedia con il suo stile: va su e già per l’armonica con una naturalezza incredibile, ed è proprio la naturalezza il suo punto forte. Se parliamo di assoli eseguiti chirurgicamente alla perfezione dobbiamo tirare in ballo Charlie Musselwhite, o Jerry Portnoy, o Kim Wilson… ma se parliamo di energia allo stato puro, di note “mitragliate” ad istinto e sentimento, allora dobbiamo per forza ascoltare Paul Butterfield.

Piccolo consiglio: quando ascolti questo album tieni sempre presente che a cantare e a suonare l’armonica c’è un ragazzetto di 23 anni…

Schermata 2020-04-14 alle 22.42.25

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...