Corso di Armonica

 

corso armonica.png

Ti piacerebbe imparare a suonare l’armonica? Prima di tutto, ti consiglio di iniziare a leggere gli articoli del blog (partendo dall’introduzione): potrai trovare tanto materiale gratuito che ti aiuterà a muovere i tuoi primi passi nel mondo di questo meraviglioso strumento.

Se invece vuoi seguire un corso completo che ti porti ad apprendere tutte le tecniche dell’armonica (impugnatura, posizioni, vibrati, tongue blockin’, lip-smackin’…) fino ad arrivare all’improvvisazione e al come suonare in una band, scrivi direttamente a me o alle scuole dove insegno (Pantarhei / Thelonious / Dima a VICENZA, Santa Libera a MALO e BT Music a VERONA).
Oppure, se non trovi nessuna sede vicino a casa tua, contattami in privato per avere delle lezioni via SKYPE!

Il corso, diviso in tre step (puoi vedere il programma completo qui), ti permetterà di suonare l’armonica già dalla prima lezione, per poter toccare con mano fin da subito i risultati concreti che raggiungerai grazie all’aiuto di un insegnante che ti seguirà in ogni minimo particolare.

Importante strumento di studio sarà il “Manuale di Armonica Blues“: lo riceverai al nostro primo incontro e lì troverai tutto quello che tratteremo a lezione, sia le parti teoriche che gli esercizi. Insieme al Manuale, ti consegnerò il cd contenente tutte le tracce audio degli esercizi e, come se non bastasse, riceverai periodicamente fascicoli di approfondimento che completeranno il tuo Manuale.
Ci tengo a precisare che tutto il materiale che ti consegnerò è un’esclusiva per i miei allievi (Manuale, cd e fascicoli sono realizzati da me, non destinati ai negozi, ma veri e propri strumenti di studio) e completamente gratuito!

manuale-di-armonica-blues

Iniziando il corso, inoltre, avrai accesso all’Armonica Academy, gruppo facebook nato con lo scopo di creare un gruppo di studio tra i miei studenti.

E2

Aspetta, so a cosa stai pensando. Pensi che sia tutto troppo bello: manuale, cd, gruppo, aggiornamenti… Ma come fai a fidarti di me? Chi ti assicura che con il mio aiuto imparerai a suonare l’armonica veramente?

Non ti fidi? No? Fai bene!

Al giorno d’oggi tutti promettono mari e monti, è facile cadere negli inganni. Io per primo ricevo fregature tutti i giorni.

Ecco perché ho pensato di offrirti una GARANZIA “SODDISFATTO O RIMBORSATO”. Significa che se per varie ragioni non trovi alcune lezioni (o tutte!) di tuo gradimento, sono pronto a rimborsartele fino all’ultimo centesimo. Figo, no?

Project Overview

 

Hai ancora dubbi? Benissimo. Non fidarti della mia parola, ascolta direttamente alcuni miei studenti che si sono ritrovati nella tua stessa situazione di indecisione un po’ di tempo fa:

Prima di conoscerti e di iniziare le lezioni con te,  mi ero illuso che bastava comprare un buon metodo e esercitarsi dopo aver ascoltato le tracce audio,  per imparare a suonare il blues. Ahahahah,  nulla di più sbagliato!

Le tue lezioni mi son servite per avere tante risposte alle quali il manuale non poteva rispondere, mi hai insegnato che il rapporto insegnate e allievo, anche se a distanza come facevamo noi su Skype,  è importantissimo per correggere e raddrizzare i piccoli tanti errori che nascono quanto si studia da soli,  errori che a lungo andare creano degli attriti che non ti fanno fare il salto nella fase di apprendimento avanzato, vedi per esempio l’improvvisazione!

Quindi,  senza ombra di dubbio,  il tuo metodo di insegnamento lo reputo assolutamente ottimo.

Non vedo l’ora che arrivi il nuovo anno per riprendere le lezioni.

Grazie ancora,

Simone Toro (CA)

Ho sempre pensato che la semplicità fosse la più grande virtù in campo artistico e che fosse molto difficile ottenerla.

Ecco, se dovessi descrivere il tuo corso e il tuo metodo di insegnamento con un solo termine sceglierei proprio “semplice”.

E questa semplicità nel saper comunicare unita al tuo incredibile entusiasmo e voglia di condividere le tue conoscenze e passione per l’armonica e il blues non può che essere una base perfetta per chiunque voglia imparare.

Sinceramente, lungi dal voler fare sviolinate, non ho critiche da fare perché una tale disponibilità e chiarezza sono più unici che rari.

Andrea Palumbo (MI)

Da quando Nicola mi dà lezioni di armonica mi si è aperto letteralmente un mondo e anche di più! Ha un metodo d’insegnamento rapido e semplice che porta subito a dei risultati.

Oltretutto è molto disponibile per chiarimenti e consigli, anche fuori dalle lezioni, senza chiedere nulla in cambio.

C’è da dire anche che ha sempre nuove idee e sa sempre reinventarsi per dare agli allievi il top del top (e qui si vede la passione che ci mette, di riflesso la trasmette anche ai suoi studenti). Non mi pento assolutamente di essermi messo nelle sue “mani” anche perché mi sarebbe servito molto più tempo per arrivare al mio livello attuale. Quindi! voto 10++++

Michele Tami (UD)

Non conosco Nick di persona in quanto i nostri contatti/lezioni avvengono via Skype, di conseguenza ho pochi elementi per poterne parlare a 360 gradi.
Quello che posso sicuramente dire è che da me, che sono un allievo indisciplinato e incostante, sta tirando fuori qualcosa di buono.

Nick non se la tira, potrebbe farlo, è preciso e attento, e oltre ad avere innegabili qualità artistiche e musicali è anche un ottimo psicoterapeuta che sa comprendere le difficoltà di chi si approccia ad uno strumento così particolare come l’armonica, dove molte tecniche si apprendono più per fede che non con dettagliate spiegazioni.

Tutto ciò genera spesso un inevitabile senso di frustrazione che vorrebbe farti lanciare l’armonica fuori dalla finestra. Io ad oggi, pur avendone  avuto la tentazione, non l’ho ancora fatto, e questo lo devo a lui. Ritengo quindi una fortuna averlo incontrato casualmente nel mare magnum di internet e sono sicuro che alla fine riuscirà a farmi suonare un Blues.

Francesco Raspa (PG)

Per un allievo è sempre un’incombenza e un rischio dover fare delle considerazioni sull’operato del maestro, ma quando quest’ultimo diventa un amico e una persona che stimi è molto più semplice.

Non sempre un bravo musicista è anche un bravo insegnante del proprio strumento; nel caso di Nick invece sono vere entrambe le cose: un bravo musicista è un insegnante ancora migliore.

Nello specifico caso dei nostri tre incontri io, armonicista da trent’anni, ho potuto comprendere i meccanismi e i “segreti” che stanno dietro la tecnica armonicistica e farli miei grazie ad un metodo di insegnamento chiaro e lineare.
Oltre a rendere più solida la mia tecnica su argomenti che già conoscevo le tre lezioni mi hanno dato la possibilità di apprendere nuovi argomenti che potranno arricchire il mio modo di esprimermi musicalmente.
Nicola ha creato un metodo di armonica con pazienza, dedizione, passione e rispetto per lo strumento; un metodo che non è solo per gli addeti ai lavori, ma che dà la possibilità a chiunque si voglia addentrare nel magico mondo della dieci fori di poter imparare “come è fatto”. Il resto è blues.

Paolo Belleri (BS)

In occasione del mio ultimo compleanno ho ricevuto in dono dai miei famigliari una lezione di armonica, il piccolo strumento che usavo per intonare le classiche canzoncine… Così ho incontrato Nicola Righele e tutto è cambiato.

Mi ha presentato un vero e proprio strumento musicale, capace di virtuosismi impensabili, inserendolo in un contesto storico da difendere e trattare con rispetto,
proponendo l’ascolto di armonicisti che ne hanno fatto la storia e lo sviluppo tecnico.

Nelle lezioni di Nicola si percepisce il suo profondo amore per l’armonica, pur senza voler mai stupire con esibizioni eclatanti, ma con le idee chiare sulle difficoltà e i problemi che si possono incontrare nello studio di questo strumento.

Lo considero un ottimo insegnante. Grazie.

Tarcisio Poletto (VI)

Il corso è stato molto molto efficace, da solo non avrei mai potuto imparare così tante cose in così poco tempo.
Credo che il tuo corso sia così efficace perché tu, avendo imparato da autodidatta, capisci gli ostacoli e i problemi che si trovano all’inizio e riesci a risolverli.

Inoltre ho apprezzato che (a parere mio) durante il corso abbiamo instaurato un rapporto di amicizia, non solo un rapporto “freddo” insegnante/allievo.

Ho trovato utilissimo il manuale che mi hai fornito, perché ho potuto ristudiarlo a casa e capire meglio ciò che in precedenza mi hai spiegato.

Giacomo Dalla Vecchia (VI)

Quando ho iniziato a prendere lezioni da Nicola mi aspettavo un semplice corso per imparare a suonare l’armonica.

Invece sono rimasto spiazzato da tutto quello che ho imparato oltre lo strumento in sé. Si va dalla storia di alcuni dei più grandi armonicisti, al comportamento di un musicista e a come sviluppare uno stile proprio.

Difficilmente non si rimane colpiti dalla passione che ha Nick per la musica e che mette in tutto quello che fa.

Ma soprattutto mi ha colpito per come ti guida, tra le difficoltà e l’abbattimento che si hanno all’inizio, fino ad accrescere una fiducia nelle proprie capacità che nessun manuale ti potrà mai dare.

State attenti, una volta conosciuta l’armonica non si torna indietro dalla strada del Blues.

Thomas Costa (TV)

Ho iniziato da autodidatta col metodo ////////; all’inizio tutto bene ma poi verso quasi metà libro, mi sono reso conto che mi stavo perdendo per strada, avevo la sensazione di sprofondare nelle sabbie mobili, insomma non riuscivo più ad andare avanti; dopo qualche giorno di smarrimento ho avuto l’idea di rivolgermi a qualche insegnante con I maiuscola……sicuramente sarà stata la fortuna del principiante ed ho conosciuto Nick “Tigerboy” Righele……beh mi si è letteralmente aperto un mondo, non c’è stata più storia.

Non è facile per me scrivere un commento su Nicola, la tastiera va da sola e le pagine si riempiono facilmente e velocemente, la sintesi, nel suo caso, diventa problematica come imparare a respirare col diaframma. Ci provo.
Nick rappresenta per me, ciò che come allievo, ho sempre desiderato e rincorso: un mix unico ed esplosivo tra competenza, umiltà, capacità di relazione, e professionalità. Ciò che più mi ha colpito e che mi resta impresso (come improbabile futuro armonicista), è stato il suo racconto di come sia arrivato a comprendere tutti i meccanismi pratici e teorici di questo strumento, smontandolo sia fisicamente che mentalmente, per riuscire a comprendere il perché una certa frase, di un certo giro o accordo e perfino di una singola nota: ciò che non ha potuto apprendere da altri (come ho la fortuna io di apprendere), se lo è imparato da solo ed i risultati parlano da soli.
Nick mi mette a mio agio con questo diavoletto a 10 fori, e mi è come sprone ed esempio quando, nei momenti di assoluto sconforto, mi evita di far letteralmente volare dalla finestra le mie armoniche.
Il pegno da pagare? Altissimo: non potrò incolpare nessuno, se non me stesso, se non riuscirò a raggiungere l’obbiettivo.

Gabriele Milaneschi (VA)

Ho apprezzato molto il corso fatto insieme.
Nonostante il viaggio in treno venivo sempre molto volentieri.

Il fatto che ogni lezione si affrontasse un nuovo tema o un nuovo musicista da vicino rendeva tutto molto coinvolgente. Il tuo manuale poi è organizzato molto bene ed è un validissimo aiuto. Le schede degli autori, che si ascoltavano insieme e di cui poi si facevano le tablature, le ho trovate estremamente utili.

Avrei voluto fare due ore al giorno più che una alla settimana!

I momenti più illuminanti però, e credo i più utili, erano quelli dove suonavi tu. Sentire un vero armonicista dal vivo è il modo migliore per crescere, soprattutto se è uno in gamba come te.

Ernesto Ruota (PD)

Quando ho iniziato le lezioni la mia massima aspirazione era strimpellare un po’ di Bennato.
Nicola mi ha aperto il mondo del blues (sul quale ero totalmente ignorante) e mi ha fatto scoprire tutte le potenzialità di questo meraviglioso strumento. Seguendo i suoi consigli, leggendo il manuale, ed esercitandomi a casa, in qualche mese ho avuto miglioramenti evidenti.

Terminato il pacchetto iniziale, ho deciso di continuare le lezioni.

Grazie ai consigli di Nicola ho migliorato anche le mie scelte di ascolto, e grazie a questi è nata una passione per il blues che solo qualche mese fa sembrava pura utopia.

Pertanto, consiglierei a tutti gli innamorati dell’armonica, ma con un’iniziale bassa autostima (proprio come me), di iniziare a seguire le lezioni di Nicola, senza esitare.

Sarà una delle scelte migliori che potreste fare.

Francesco Magno (PD)

Più che un “maestro” di armonica credo di aver trovato un “amico” di armonica. Le lezioni sono piacevoli, ben chiare e colloquiali. Peccato che prima o poi finiscano!

Andrea Sgaravato (MI)

Come corsista di armonica al primo livello, volevo solo ringraziarti per la qualità del tuo corso impostato in maniera molto semplice ma efficace.
La tua metodica ti spinge a provare subito senza paura cercando, poco al giorno ma tutti i giorni, come dici tu, di raggiungere gli obbiettivi prefissati.

Raffaele Migliorini (PD)

Volevo ringraziare Nicola Righele per il corso fatto tempo fa, per l’amicizia formata e per i suoi consigli nel campo dell’armonica Blues. Perché lo ringrazio?! Perché è stato UN MAESTRO PAZIENTE e perché quando suono in giro saltuariamente con altri musicisti, jam,ecc… Arrivano i complimenti per come suono.
Io non sono un mostro ma quando si ricevono complimenti anche da altri musicisti è un gran piacere, quindi vuol dire che pian piano sto migliorando sempre più.

Riccardo Bertuzzo (VI)

 

 

 

 

Bene, se sei ancora convinto di voler diventare anche tu un armonicista aspetto un tuo messaggio. A presto!

Nick

Annunci

3 pensieri su “Corso di Armonica

  1. Pingback: Il Treno e l’Armonica | Nick "Tigerboy" Righele

  2. Pingback: L’importanza delle Tablature | Nick "Tigerboy" Righele

  3. Non è facile per me scrivere un commento su Nicola, la tastiera va da sola e le pagine si riempiono facilmente e velocemente, la sintesi, nel suo caso, diventa problematica come imparare a respirare col diaframma. Ci provo.
    Nick rappresenta per me, ciò che come allievo, ho sempre desiderato e rincorso: un mix unico ed esplosivo tra competenza, umiltà, capacità di relazione, e professionalità. Ciò che più mi ha colpito e che mi resta impresso (come improbabile futuro armonicista), è stato il suo racconto di come sia arrivato a comprendere tutti i meccanismi pratici e teorici di questo strumento, smontandolo sia fisicamente che mentalmente, per riuscire a comprendere il perché una certa frase, di un certo giro o accordo e perfino di una singola nota: ciò che non ha potuto apprendere da altri (come ho la fortuna io di apprendere), se lo è imparato da solo ed i risultati parlano da soli.
    Nick mi mette a mio agio con questo diavoletto a 10 fori, e mi è come sprone ed esempio quando, nei momenti di assoluto sconforto, mi evita di far letteralmente volare dalla finestra le mie armoniche.
    Il pegno da pagare? Altissimo: non potrò incolpare nessuno, se non me stesso, se non riuscirò a raggiungere l’obbiettivo.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...