Il libro: Let’s Play The Blues!

01 Libro FRONT

 

Leggere questo libro dell’amico e figlioccio Nicola Righele è come ascoltare, comodi in poltrona, una traccia di un vecchio 78 giri di Sonny Boy Williamson II.
Spero rappresenti per molti giovani il primo passo sulla strada del buon vecchio Blues! Buona lettura, anzi, buon ascolto a tutti….

Fabio Treves 


Un libro che parla di blues e di armonica
, attraverso il racconto di alcune mie esperienze personali. Un piccolo omaggio alla musica che ha dato un senso alla mia vita!

Per scelta personale non lo troverete in libreria,  ma lo potete avere in due semplici modi:

1 – State ancora pensando se il mio corso di armonica può esservi utile o meno? Avete voglia di capirne di più ma siete così timidi da non riuscire a scrivermi per avere maggiori informazioni? Niente paura, scrivetemi, chiedete e io, oltre a tutte le informazioni che vi servono, vi risponderò spedendo a casa vostra il mio libro. In omaggio. Gratuitamente. Tutto questo, ovviamente senza impegno da parte vostra.

2 – Non vi interessa assolutamente niente di imparare a suonare l’armonica ma volete leggere anche voi questo libro? Venitemi a trovare in concerto e chiedetemelo. Anche in questo caso, ve lo regalerò.

Un abbraccio a tutti e buona lettura a chi riceverà il libro nei prossimi giorni!

[ATTENZIONE: al momento il libro è esaurito]

 

Nicola Righele è un giovane armonicista, con una grande passione per il Blues. In questo libro, a tratti serio, a tratti ironico e in alcuni altri piccoli passaggi velatamente amaro, Nicola ha raccontato con grande onestà i suoi primi passi verso il “piccolo strumento”. Pur con molta consapevolezza in materia, non ha certo voluto ostentare i suoi saperi, così, in piena coerenza con l’incipit “Metti da parte te stesso, suona e ama la gente” (Luther Allison), ha preferito concentrarsi nell’incoraggiare i giovani e chiunque si voglia avvicinare alla musica e alle potenzialità dell’armonica a bocca (che con una vena di amarezza, per una serie di motivi, dice essere considerato ancora uno strumento di serie B). Sono sicuro che un testo così sarà molto di aiuto per dare la giusta luce a questo strumento principe del Blues, magari affiancato ad buon metodo dove trovare qualche nozione tecnica.
E confesso, un libro così, lo avrei voluto scrivere io.

Lorenz ZadroBlues Made in Italy

Il libro è scritto in maniera accattivante, ho spesso apprezzato come riesci a strappare una sana risata ed è chiaro lo scopo del libro: incoraggiare chi si avvicina a questo strumento. Infatti più volte mi sono trovata a pensare “no no, non posso deluderlo, devo farcela pure io”, anche se non nascondo che a volte mi venivano mille dubbi e domande. Poi mi rassicuravo e mi dicevo “beh intanto un passo alla volta”. Ho sentito l’affetto che provi per chi si trova spaesato e demoralizzato, il tuo desiderio di farti sentire vicino come una madre che cura le ginocchia sbucciate dopo una caduta dalla bici: “non è niente…passa….e vedrai che non cadrai più”.
Ti ringrazio anche per le lacrime che mi hai fatto versare…sei arrivato dritto….ma quelle sono le lacrime che non fanno male…GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!

Debora Amadori

Cavolo quanto mi è piaciuto! Aneddoti simpatici che per chi è innamorato della diatonica come lo sono io, non fanno altro che caricarti a mille e farti sognare di poter un giorno suonare senza fatica il blues con l’armonica!!!
Che dire…grazie!

Simone Toro

Io ho poca autostima di me stessa e prima  di iniziare una “gara” mi vedo già una perdente. Sicuramente il tuo libro mi ha dato un pizzico di incoraggiamento in più, di autostima…. come se,  metaforicamente parlando, nei momenti che sono giù e penso di non potercela fare posso prendere quel libro e avere qualcuno che mi dà una pacca sulla spalla!

Caterina Tramarin

Nick, finalmente oggi ho trovato il tempo di leggere il tuo libro…sempre lì…o sulla scrivania o sul comodino … non credo si sia sentito mai solo…perché i miei occhi ogni giorno lo “accarezzavano”.
GRAZIE
Grazie per avermi fatto leggere il tuo vissuto di armonicista: l’umiltà, la perseveranza, l’ostinazione, la passione, il dolore, la generosità, la soddisfazione, l’entusiasmo, le contrarietà, le incomprensioni … che accompagnano un sogno!!
HO FINITO SULLE TUE PAGINE UN EVIDENZIATORE NUOVO.
Grazie per il tuo impegno nel curare l’armonica fino a farla diventare uno strumento di serie “A”…perché tu hai un cuore della stessa serie…per me lo era già.
Altri ti seguiranno se avranno non solo l’opportunità di seguire l’armonicista che sei ma anche di “leggerti”!!!
Hai concesso un dono unico…
Non ti lascerò mai caro amico… perché la tua idea di blues ha un grande valore universale: UNA MUSICA DI CONDIVISIONE CHE ABBATTE OGNI BARRIERA!!!
Grazie ancora Nick…

Luna Dionisi

Ho letto il libro e l’ho trovato davvero interessante e di ispirazione.
Il libro, le tue parole e le figate che riesci a fare con l’armonica mi hanno fatto tornare la voglia di suonare e di abbattere l’ostacolo dell’improvvisazione.

Giacomo Dalla Vecchia

Ho letto il tuo libro tutto d’un fiato…..mi hai avvicinato ad uno strumento che conoscevo poco l’armonica, nonostante i mille imprevisti che ti sono capitati non hai mai mollato, ci hai sempre creduto…grazie per il tuo esempio e il tuo incoraggiamento ad andare avanti sempre…..

Giorgia Veneri

La tua passione per la musica e soprattuto per l’amonica traspare da ogni parola del tuo libro.Oltre che un grande musicista sei anche un ottimo scrittore hai il dono dell’ironia e della sintesi.Una lettura scorrevole e piacevole…fa venire voglia subito di mettere in bocca l’armonica e suonare.
Aspettiamo presto il tuo metodo.
Auguri e Stay blues

Riccardo

Ciao Nicola! Sono Meris!
Ieri sera dopo essere tornata a casa da Montefalco non ho resistito e ho letto il tuo libro!
Trovo che sia meravigliosamente schietto, senza ricami, insomma mi hai trasmesso tutta la “dura” realtà della tua vocazione, che allo stesso tempo é una testimonianza bellissima!
Oggi non solo il termine “arrivato” é molto in voga, ma anche “talento”: si pensa che quest’ultimo debba risaltare subito, di colpo, senza una ricerca, senza il capire se veramente quella é la strada da intraprendere.
Tu sia attraverso questo libro, sia anche la tua energia che trasmetti ogni volta che ti ascolto, mi insegni che con perseveranza, entusiasmo e amore si può “arrivare” ad onorare ogni Dono che il Mister ci fa.
Grazie anche per la tua testimonianza di conversione! Anche per me il 2013 é stato l’anno del mio Incontro personale, grazie a quattro ragazzi che forse conosci😉 grazie davvero per la tua energia e per la luce che hai negli occhi, e ti posso assicurare che arriva!
Spacca tutto domani sera in Abruzzo! Ti abbraccio forte e a presto!

Meris Angelini

Caro Nick, grazie tante per il libro. Mi ha fatto tanto piacere riceverlo e l’ho divorato in pochissimo tempo!
Volevo dirti che dalle parole del libro viene fuori una grande passione che, oserei dire, è proprio contagiosa.
Grazie anche per questo!
A presto,

Gipo Montesanto

Ci sono libri che sentono l’urgenza di essere scritti e di essere letti! Il tuo sicuramente!
Perché parla della storia di un sognatore, che ha saputo rendere il suo sogno concreto e quotidiano, anche quando i maestri sembravano così lontani ed è stato necessario imparare “solo” con dischi e manuali.
Grazie per l’esempio che sei per i tuoi allievi e per tutti coloro che inseguono un sogno, artistico o non, perché riesci in poche pagine a trasmettere il perfetto mix di determinazione e passione che serve per arrivare laddove sembra impossibile…superare se stessi!
Ti auguro di avere ancora tante pagine da scrivere (anche tra gli aneddoti dai!)!

Samia Zarantonello

Annunci

Un pensiero su “Il libro: Let’s Play The Blues!

  1. Ho conosciuto Nicola un anno fa a settembre, poco dopo mi ha fatto un regalo, il suo libro che ho letto con piacere ma soprattutto con una grande emozione, racconta con Quanta passione sì è avvicinato alla musica( a una musica che se lo chiedi a un adolescente adesso.. chi sono Sonny Boy e Muddy Waters sicuro risponderebbero “dei nuovi Rapper”!?!?) 😒😓 Adoro Questo libro, ho lasciato cuore, anima e lacrime, ad ogni pagina e pezzettino che leggevo m’ immaginavo quel piccolo Nick che riusciva a malapena a suonare l’armonica, ma che poi pian piano con la sua passione e il suo impegno, è riuscito a suonare ma non solo a far uscire da quel piccolissimo strumento tutte le sue Emozioni più Grandi!! Lo ringrazio per la sua grande Amicizia e per l’opportunità data di leggere questo suo libro e spero di leggerne altri prima o poi! Un Abbraccio
    Sà.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...